Wine4poetry

Wine4poetry Cos'è wine4poetry? Una serata itinerante di vino e poesia un'occasione per gustare calici e parole, per conoscere persone e divertirsi. Quattro calici di vino.

Quattro poesie. Quattro autori che leggono dal vivo le loro liriche, mentre il pubblico ascolta, assaggia, e si lascia trasportare dalle emozioni del vino e delle parole.
È questa l'insolita formula di Wine4Poetry: una serie di incontri dedicati alla degustazione parallela di vino e poesia, aperti a un pubblico curioso di sperimentare nuovi accostamenti e di passare una serata ricca di sensazioni.

Quattro poesie. Quattro autori che leggono dal vivo le loro liriche, mentre il pubblico ascolta, assaggia, e si lascia trasportare dalle emozioni del vino e delle parole.
È questa l'insolita formula di Wine4Poetry: una serie di incontri dedicati alla degustazione parallela di vino e poesia, aperti a un pubblico curioso di sperimentare nuovi accostamenti e di passare una serata ricca di sensazioni.

Wie gewohnt öffnen

Vino senz'alcool? Poesia senza parole? Voi cosa ne pensate?
01/04/2019

Vino senz'alcool? Poesia senza parole? Voi cosa ne pensate?

La Spagna sta finanziando la ricerca per produrre vini dealcolizzati e l'Unione Europea progetta una regolamentazione comune per i vini senz'alcool.
Pesce d'aprile? No, è tutto verissimo!
Voi cosa ne pensate?

Spazio Libri La Cornice
09/12/2018

Spazio Libri La Cornice

Avvento 2018

9⭐️

Assomiglia a un paio di pigiami
o al prosciutto in un hotel per astemi?
Per l'odore ricorda forse un lama
o avrà un profumo che consola?
E' pungente a toccarlo, come un pruno,
o lieve come un morbido piumino?
E' tagliente o ha gli orli lisci e sofofici?
Ditemi la verità, vi prego, sull'amore.

W. H. Auden
in
Lasciatemi divertire
Quaderno di un poeta in erba
di Nicoletta Grillo
Raum Italic Edizioni

Esperimenti poetici in allegria nella meravigliosa cornice del parco della  Palazzina Indiano Arte, a Firenze, sabato 15...
13/09/2018

Esperimenti poetici in allegria nella meravigliosa cornice del parco della Palazzina Indiano Arte, a Firenze, sabato 15 settembre alle ore 17. Vi aspettiamo!

Nicoletta Grillo, scrittrice e poetessa, presenta sabato 15 settembre alle ore 17.00 il suo libro 'Lasciatemi divertire', attraverso il quale ci invita a tuffarci per qualche minuto nella nostra fantasia per far riaffiorare immagini insolite e costruire frasi illogiche con parole sconosciute o dimenticate che si susseguono e si rincorrono per ricomporsi nei versi di una poesia. Con l'autrice ci cimenteremo attraverso un piccolo laboratorio poetico su come si scrive una poesia e si sperimentano le parole, le rime e i versi per arrivare a scrivere la nostra poesia.
DA NON PERDERE!

Nicoletta Grillo - Lasciatemi divertire
sabato 15 settembre ore 17.00

Il nostro Asmsus Trautsch, con una poesia letta per Wine4Poetry, ora sul portale Interno Poesia nella traduzione di Nico...
24/01/2018
Interno Poesia

Il nostro Asmsus Trautsch, con una poesia letta per Wine4Poetry, ora sul portale Interno Poesia nella traduzione di Nicoletta Grillo.
ps: e se leggendola volete anche bere il vino che Marco Santambroeus vi aveva abbinato, si trattava del Greco di tufo cantina di Prisco.

[…]
Ogni giorno più cronici
ogni giorno scorriamo tagliamo bruciamo
sempre più si estinguono le tracce
nella nostra traccia eterna.

18/01/2018

State programmando un fine settimana nel Parmense? Non perdetevi il Museo del vino e quello del cibo!
Qua trovate tutte le informazioni

15/01/2018

Da leggere centellinando un buon bicchiere e guardando l'inverno dalla finestra: una leggenda persiana sull'origine del vino. Eccola!

Un antico racconto persiano situa la scoperta del vino durante il regno di Jamshid, quarto monarca della leggendaria dinastia Pishdadiana fondata da un “primo uomo” zoroastriano, Keiomarz. Siamo quindi ai tempi delle origini della fondazione della cultura umana:

Al re Jamshid piaceva molto l’uva, che cresceva solamente d’estate. Una volta egli ordinò che una grande quantità d’uva fosse depositata in una giara per essere consumata in inverno. Controllando la giara dopo un po’ di tempo, egli si accorse che il succo dell’uva era fermentato. Pensando che si fosse trasformato in un liquido velenoso, fece apporre sulla giara un’etichetta con la scritta “veleno”, e ordinò che fosse collocata in un angolo nascosto del magazzino reale, in modo da essere fuori dalla portata di mano di chiunque.

Un’ancella della corte reale venne a sapere della giara velenosa. Dato che soffriva di una pesante emicrania, pensò di suicidarsi al fine di liberarsi definitivamente di questo dolore. Si recò furtivamente nel magazzino reale, e bevve una certa quantità del contenuto di quella giara, ma, con sua sorpresa, trovò che la bevanda, invece di ucciderla, la addormentò dolcemente e, al risveglio, l’aveva guarita.

L’ancella comunicò il fatto al re Jamshid, che fu molto compiaciuto per questa scoperta. Il re e i suoi cortigiani si misero a usare la bevanda nei momenti di gioia e allegria. Il vino fu chiamato shâh daroo, cioè “vino reale”, per il fatto che fu scoperto dallo shàh, il re.

Si dice che in Persia ancora oggi il vino viene a volte chiamato zeher-i-khoosh, cioè “veleno piacevole”, per il fatto d’essere stato inizialmente considerato un veleno dal re Jamshid.



Da: Modi J. Jiavanji, 1927, Wine among the ancient Persians, Asiatic Papers, vol. 3, pp. 231-246, p. 233.

Uno scrittore di lingua tedesca che amava il vino e tra un romanzo e l'altro si occupava della sua piccola vigna e del s...
12/01/2018

Uno scrittore di lingua tedesca che amava il vino e tra un romanzo e l'altro si occupava della sua piccola vigna e del suo giardino nel sud della Svizzera...Riuscite a indovinare chi è?

Un cantautore e il vino. Da "versò il vino e spezzò il pane/per chi diceva ho sete, ho fame", al "Ci sarà allegria anche...
14/12/2017

Un cantautore e il vino. Da "versò il vino e spezzò il pane/per chi diceva ho sete, ho fame", al "Ci sarà allegria anche in agonia/col vino forte" al bellissimo "Lui che offrì la faccia al vento,/la gola al vino e mai un pensiero/non al denaro, non all'amore né al cielo". Chi è, lo avete riconosciuto?

13/12/2017
UB40 - Red Red Wine

Vino e poesia...e vino e musica, per dare all'avvento un tocco reggae..Ve li ricordate gli UB40 con l'intramontabile ritornello "Red, red wine, stay close to me
Don't let me be alone/ It's tearing apart/My blue, blue heart"?
Ecco un po' di musica per cominciare la serata.

https://www.youtube.com/watch?v=zXt56MB-3vc

Listen to more UB40 https://UB40.lnk.to/Essentials Music video by UB40 performing Red Red Wine (2002 Digital Remaster).

Oggi il nostro calendario dell'avvento ci presenta una chicca letteraria: un libro sui vini ei piatti preferiti del Comm...
12/12/2017

Oggi il nostro calendario dell'avvento ci presenta una chicca letteraria: un libro sui vini ei piatti preferiti del Commissario Montalbano: "I segreti della tavola di Montalbano" Stefania Campo, Il leone verde edizioni. Scopriremo, tra l'altro, che il commissario ama i vini a chilometro zero, il Corvo bianco, Passito di Pantelleria, Marsala...ma anche i rossi come il Nero d'Avola.
Con un aggettivo bellissimo in omaggio per i nostri amici sommellier: "tradimentoso", per un vino bianco che sembra innocente e invece...

"Ho bevuto vini scuri e contato molte labbra, però sappi: i giorni li hai chiusisegregati in una stanzamentre fuori si s...
11/12/2017

"Ho bevuto vini scuri e contato
molte labbra, però sappi:
i giorni li hai chiusi
segregati in una stanza
mentre fuori si scrollano
grondanti di ore e ridenti di luce
di aria le foglie"

Nicoletta Grillo, "La pioggia che cade ieri", La Vita Felice.
(Immagine di Barbara Bernardi)

Il vino, specialmente in Italia, è la poesia della terra.(Mario Soldati)
10/12/2017

Il vino, specialmente in Italia, è la poesia della terra.
(Mario Soldati)

Il libro che consigliamo oggi è "Maigret e il commerciante di vini", giallo di atmosfera, come sempre quando si tratta d...
09/12/2017

Il libro che consigliamo oggi è "Maigret e il commerciante di vini", giallo di atmosfera, come sempre quando si tratta di Simenon
(anche qui ringraziamo il gruppo "Leggo letteratura contemporanea" per i preziosi consigli!

Vino pazzo che suole spingere anche l’uomo molto saggioa intonare una canzone e a ridere di gusto,e lo manda su a danzar...
07/12/2017

Vino pazzo che suole spingere anche l’uomo molto saggio
a intonare una canzone e a ridere di gusto,
e lo manda su a danzare, e lascia sfuggire qualche parola
che era meglio tacere

(Omero)

Con la casella dell'avvento di oggi  andiamo un po' fuori tema (ma non troppo) con una vera e propria chicca: la ricetta...
06/12/2017

Con la casella dell'avvento di oggi andiamo un po' fuori tema (ma non troppo) con una vera e propria chicca: la ricetta del risotto ...di Giovanni Pascoli. Godetevela! E se decidete di fare il risotto, invitateci!

Amico, ho letto il tuo risotto in …ai!
E’ buono assai, soltanto un po’ futuro,
con quei tuoi “tu farai, vorrai, saprai”!

Questo, del mio paese, è più sicuro
perché presente. Ella ha tritato un poco
di cipolline in un tegame puro.

V’ha messo il b***o del color di croco
e zafferano (è di Milano!): a lungo
quindi ha lasciato il suo cibrèo sul fuoco.

Tu mi dirai:”Burro e cipolle?”. Aggiungo
che v’era ancora qualche fegatino
di pollo, qualche buzzo, qualche fungo.

Che buon odor veniva dal camino!
Io già sentiva un poco di ristoro,
dopo il mio greco, dopo il mio latino!

Poi v’ha spremuto qualche pomodoro;
ha lasciato covare chiotto chiotto
in fin c’ha preso un chiaro color d’oro.

Soltanto allora ella v’ha dentro cotto
Il riso crudo, come dici tu.
Già suona mezzogiorno…ecco il risotto
romagnolesco che mi fa Mariù.

(nella foto: la casa museo di Pascoli in Romagna´)

Il gruppo "Leggo letteratura contemporanea" ci consglia un romanzo di Joanne Harris: "Vino, patate e mele rosse". Il vin...
05/12/2017

Il gruppo "Leggo letteratura contemporanea" ci consglia un romanzo di Joanne Harris: "Vino, patate e mele rosse". Il vino, la campagna, i ricordi, la forza di ricominciare...un bel romanzo da leggersi sotto l'albero!

Condividiamo questo interessante articolo di Doppiozero su Mario Soldati e vino.
05/12/2017
Doppiozero

Condividiamo questo interessante articolo di Doppiozero su Mario Soldati e vino.

Forse è la fatica che premia, forse l’uva deve soffrire per poter dare il suo frutto migliore, non a caso Morgex per altitudine e lo Champagne per latitudine sono ai confini della zona di coltivazione, là dove l’uva fatica a maturare.
Leggere questo libro scritto quasi mezzo secolo fa può sembrare una fatica poco utile: le informazioni non sono ovviamente aggiornate, molti dei vini citati non sono più in commercio, molti altri presentati da Soldati come anonimi vini contadini sono diventati i tanto vituperati vini “preziosi”, ma, essendo la lettura molto simile al vino, più sembra fatica inutile, più riserva la possibilità di godere nettamente della qualità giornalistica e letteraria di un intellettuale multitasking che è stato capace di raccontare, primo in Italia, in tv e sui giornali, e con i suoi libri, le nostre origini contadine.

Vino al vino | Nichi Stefi

Oggi abbiamo l'onore di ospitare niente di meno che Napoleone Bonaparte...."Niente rende il futuro così roseo come il co...
04/12/2017

Oggi abbiamo l'onore di ospitare niente di meno che Napoleone Bonaparte...."Niente rende il futuro così roseo come il contemplarlo attraverso un bicchiere di Chambertin".

«Daniel guardò il bicchiere: altro vino importante. Al colore, Daniel pensò che doveva ve**re anche quello dal Nebbiolo,...
03/12/2017

«Daniel guardò il bicchiere: altro vino importante. Al colore, Daniel pensò che doveva ve**re anche quello dal Nebbiolo, era ancora granato con brillantezze di tramonto, quando il sole color di un'arancia da spremere se ne va a morire tra una collina e l'altra, come se stesse ballando il tango con un'allegria melanconica».

Nico Orengo, "Di viole e liquerizia"

La seconda casella del calendario dell'avvento contiene un consiglio di lettura:  "La confraternita dell'uva", di John F...
02/12/2017

La seconda casella del calendario dell'avvento contiene un consiglio di lettura: "La confraternita dell'uva", di John Fante.

E a voi, che altri libri che parlano di vino vengono in mente?

(Ringraziamo il gruppo "Leggo letteratura contemporanea" per i prezioni consigli!)

Primo dicembre e, come da tradizione, ecco il nostro calendario dell'avvento, con citazioni e consigli di lettura su vin...
01/12/2017

Primo dicembre e, come da tradizione, ecco il nostro calendario dell'avvento, con citazioni e consigli di lettura su vino e libri!

Chi beve solo acqua ha un segreto da nascondere.
(Charles Baudelaire)

Abbinamenti da fare: vino e poesia. Abbinamenti da evitare: vedi sotto. Oppure voi osereste?
30/11/2017

Abbinamenti da fare: vino e poesia. Abbinamenti da evitare: vedi sotto. Oppure voi osereste?

27/11/2017

"Sull'isola deserta, dove non si incontrerà più che se stessi, si può portare solo la poesia. Perché è inesauribile, e sull'isola poi chissà quanto ci si resta" (Valeria Parella).

Si parla sempre più di vini naturali. Ma pochi sanno in che cosa si distinguono, per esempio, dai vini biologici. Ecco a...
26/11/2017

Si parla sempre più di vini naturali. Ma pochi sanno in che cosa si distinguono, per esempio, dai vini biologici.
Ecco alcuni criteri:
Un vino naturale è un vino ottenuto:
– da un produttore indipendente, dalle vigne di proprietà,
– su vigneti a basse rese,
– da un’agronomia il più possibile naturale, come minimo in biologico,
– che escluda del tutto l’uso di pesticidi di sintesi, erbicidi o insetticidi,
– da uve raccolte a mano,
– fermentate spontaneamente, senza aggiunta di lieviti o enzimi o aiuti di altro tipo alla fermentazione,
– senza aggiunta di zuccheri o mosti concentrati,
– senza aggiustamenti di acidità o aggiunta di altri additivi
– senza micro-ossigenazione o osmosi inversa,
– senza chiarifiche o micro-filtrazione.
(questi criteri li abbiamo presi dal sito www.vininaturali.it)

Beviamo. Perché aspettare le lucerne?Breve il tempo.O amato fanciullo, prendi le grandi tazze variopintePerché il figlio...
25/11/2017

Beviamo. Perché aspettare le lucerne?Breve il tempo.
O amato fanciullo, prendi le grandi tazze variopinte
Perché il figlio di Zeus e di Sèmele
Diede agli uomini il vino
Per dimenticare i dolori.
Versa due parti di acqua e una di vino
E colma le tazze fino all’orlo:
E l’una segua subito l’altra.
Alceo

E buon sabato a tutti!!

"Se niente può salvarci dalla morte, che almeno l'amore ci salvi dalla vita"E noi aggiungiamo: anche l'amicizia e un buo...
24/11/2017

"Se niente può salvarci dalla morte, che almeno l'amore ci salvi dalla vita"
E noi aggiungiamo: anche l'amicizia e un buon calice di vino. Buon venerdi sera a tutti!

Libri, fumetti, vino...Lorenzo Ninni ha fatto della sua passione un'attività e nella sua fumetteria/enoteca "Nuvole in c...
24/11/2017

Libri, fumetti, vino...Lorenzo Ninni ha fatto della sua passione un'attività e nella sua fumetteria/enoteca "Nuvole in cantina" ha ospitato il primo Wine4Poetry milanese. Ma quali sono il suo poeta e il suo vino preferiti? Il cileno Neruda, da leggere degustando un rosso di Montepulciano...Provateci e sappiateci dire!

24/11/2017

“Ogni uomo è fatto in modo diverso, nella sua struttura fisica e nella sua combinazione spirituale. Quindi tutti gli uomini sono, in un certo senso, anormali”
Giuseppe Ungaretti

23/11/2017
La poesia secondo Ungaretti

Abbiamo parlato di Ungaretti. Che non è solo grandissimo poeta, autore di una delle poesie più brevi (e perciò più amate dagli scolari) della lirica italiana, la famosa e perfetta "M'illumino d'immenso". No, era anche una persona simpaticissima. Eccolo in una intervista su una domanda che potrebbe sembrare di una noia sconfinata: "cos'é la poesia?". Ma la verve di Ungaretti è impagabile.
https://www.youtube.com/watch?v=4qbNPMT915A

La poesia secondo Ungaretti Incontro con Giuseppe Ungaretti a cura di Ettore Della Giovanna 1961 Officina Paraggi (www.officinaparaggi.it) è un blog personal...

23/11/2017
Vignaioli d'eccezione

Quali sono il vino e il poeta adatti per queste lunghe sere di novembre? Lo abbiamo chiesto a Marco Callegaro, proprietario delle Cantine Sant'Ambroeus e sommelier d'eccezione.
Il poeta? Giuseppe Ungaretti. E il vino ? Un Montebuono 1986 (Croatina, Uva Rara, Ughetta) di Maga da Broni. Per saperne di più, ecco:

https://www.youtube.com/watch?v=QH8bgHy3Z2o

http://www.ilvinobuono.com: Lino Maga parla del Barbacarlo, vino storico amato da Gino Veronelli e Giuàn Brera.

Ma chi sono i protagonisti di wine4poetry? Ecco l'ospite "storico" di Berlino, Marco Callegaro, proprietario delle Canti...
23/11/2017

Ma chi sono i protagonisti di wine4poetry? Ecco l'ospite "storico" di Berlino, Marco Callegaro, proprietario delle Cantine Sant'Ambreus. Si definisce il sarto dei vini, perché cuce su misura - a seconda dell'umore e dei gusti dei suoi ospiti - il giusto bicchiere. E lo fa anche con le poesie: i suoi accostamenti dei wine4poetry, dalla poesia contemporanea, alle migliori cantine italiane, a twin peaks, sono ormai mitici..

Adresse

Berlin
27801

Benachrichtigungen

Lassen Sie sich von uns eine E-Mail senden und seien Sie der erste der Neuigkeiten und Aktionen von Wine4poetry erfährt. Ihre E-Mail-Adresse wird nicht für andere Zwecke verwendet und Sie können sich jederzeit abmelden.

Videos

Kunst & Unterhaltung in der Nähe


Andere Kunst und Unterhaltung in Berlin

Alles Anzeigen